Tag

, , , , , ,


un mondo per gli artefici copertinaUrania 1606 – Un mondo per gli artefici di Charles Sheffield

Qui sono un po’ in difficoltà, perché parrebbe trattarsi di un libro ancora inedito (in Italia) di Charles Sheffield e il titolo non tradotto letteralmente rende difficile capire di quale opera si tratti, specie per chi come me è a digiuno dell’autore.
Dalla breve sinossi è sicuro che si tratti di un volume inedito della saga The Heritage Universe, di cui Urania ha pubblicato solo il primo e il quarto volume sul totale dei cinque disponibili in lingua inglese. Confrontando i vari riassunti dei volumi, è probabile che si tratti del secondo tomo, intitolato “Divergence”, ma non ci metterei la mano sul fuoco.
EDIT: Confermato da Lippi sul blog, si tratta proprio di “Divergence”.
Lo leggerò? Concentriamoci innanzitutto sul tentare di capire che libro di Sheffield sia, poi ne riparleremo. Comunque dato che Urania stessa non ha inserito anteprime negli scorsi volumi, immagino non sia esattamente un titolo imperdibile.

le montagne volantiUrania Collezione 136 – Le montagne volanti di Poul Anderson 
Tales of the Flying Mountain (1984) è un titolo pieno di nostalgia dell’epoca d’oro della fantascienza, almeno a giudicare dal paio di tette sparate con noncuranza sulla copertina originale. Storia di epica spaziale dai contorni aristotelici, con un gruppo di giovani adulti rinchiusi di un’astronave scavata in un asteroide (non fate domande, fate di sì con la testa) che si interroga su come educare le generazioni che seguiranno, gli unici destinati a vedere la fine del viaggio e a governare nel nuovo mondo.
Lo leggerò? Le precedenti edizioni italiane sono così vetuste che è difficile trovare qualcuno che le possieda e che esprima un parere a riguardo. Indubbiamente si tratta di un nome importante della fantascienza, ma attenderò i primi commenti per decidermi sul da farsi. Sono sicura che contenga quelle perle di misoginia che solo gli scrittori scifi di quegli anni lì sanno sfornare, anche se non è nemmeno un titolo così “antico”.


il libro del fiume e delle stelle copertinaUrania Millemondi 67 – Il libro del fiume e delle stelle di Ian Watson

The Book of River (1985) e The Book of Stars (1984) sono i primi due capitoli della trilogia “The Book of the Black Current” che Urania ripropone su Millemondi per i 2/3, operazione probabilmente originata dall’imponente mole di pagine ma scusatemi se storco il naso perché meh, il doppio volume non mi garba. Indubbiamente però la trama è la più intrigante delle tre uscite mensili: in un mondo alieno diviso in due blocchi da un fiume impenetrabile per le sue correnti (dati gli anni è lecito supporre c’entri qualcosa la Guerra fredda) solo le donne possono diventare traghettatrici tra le due sponde. Yaleen è una tra quelle che aspira a diventare tale, una protagonista femminile a quanto mi è dato capire molto ben scritta e piena di sfumature. Questo l’incipit del primo volume, sul secondo (che mantiene comunque un’ottima media di recensioni) non ho voluto indagare per evitare spoiler. Rimane da chiedersi tra quanto arriverà su Millemondi il terzo tomo, The Book of Beings, data la cadenza stagionale della collana e i molti filoni che ospita (un The Year’s Best SF all’anno e numeri precedenti da recuperare, per dirne una).
EDIT: Giuseppe Lippi ha assicurato che il terzo volume verrà pubblicato in futuro (e non su Millemondi, bensì su Urania).
Lo leggerò? Sì, a meno di ricevere un forte feedback negativo subito dopo l’uscita. Anche non considerando il nome influente dell’autore, è un ciclo molto ben recensito in giro e la protagonista femminile scritta da un uomo in quel periodo è tutt’altro che consueta, perciò sono interessata. Dopo un po’ di copertine poco ispirate questa mi piace tantissimo!

Prossimamente: A giugno 2014 su Urania verrà pubblicato “Corpi spenti” di Giovanni di Matteo, sequel di “Sezione π²” pubblicato da Urania nel 2007 e su Urania collezione “Le argentee teste d’uovo” di Fritz Leiber.

 

 

Advertisements