Tag

, , , , , , , , , , , ,

4 PENNY DREADFUL

Di questa serie Showtime scritta da John Logan vi ho già parlato parecchio e sapete che mi è molto piaciuta, ben oltre la semplice presenza di Eva Green indemoniata.
Lo show vittoriano però funziona anche a livello fangirlistico, dividendosi su due livelli: quello delle derive omosessuali all’interno della serie e quello dei viaggi mentali delle fangirl all’esterno della serie.
Sul contenuto reale della serie, è presto detto: questo Dorian Grey non è esattamente uno che va troppo per il sottile e non disdegna di rotolarsi nelle lenzuola con Eva Green, ovvio, ma anche con Josh Hartnett. La scena in questione ai tempi mi lasciò basita, tanto che non ho ancora ben capito come posizionare il lupo mannaro nel campo delle preferenze sessuali, ma comunque ho gradito.
grey kiss

Allora campo tutto da esplorare, il rapporto giusto un filo morbosetto tra Vanessa e Mina. Dato che quest’ultima è un personaggio appena abbozzato, ci dobbiamo limitare a constatare il costante sguardo di ammirazione e desiderio di Vanessa mentre cresce con quella che forse definire sorella è un po’ riduttivo.
Certo, poi c’è quella storiaccia del promesso sposo, però come non leggerla come un tentativo disperato di trattenere Mina all’interno nel loro rapporto esclusivo? Anche le modalità simili all’espiazione e i continui abusi del padre di lei a cui Vanessa si sottopone volontariamente pur di salvarla non fanno che acuire quel senso di profonda passione inespressa che fa così deliziosamente romanzo proibito vittoriano.
vanessa mina w

Passando ai viaggi mentali, è arrivato finalmente il momento di ribadire la mia appartenenza al #TeamGerontofilia, ovvero, Timothy Dalton. Più è stronzo, manipolatore, egoista, bugiardo e spregiudicato, più io spero ardentemente che salti addosso a uno qualsiasi degli altri personaggi. Chiunque si trovi nella stessa stanza con lui in una qualsiasi scena. Ovviamente ho una mia preferenza (eheheh) e dato la piega poco ortodossa che la serie tiene costantemente, non ci nemmeno messo una pietra troppo grande sopra: come si fa a non sperare che l’anziano ma ancora piacente Sir Malcolm Murray spieghi al giovane, delicato dottor Frankestein come gira il mondo?
vanessa mina

Annunci