Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

hannibal1Sono passati solo tre anni da quando andò in onda il fatale pilota di quello che per me è stato un grande amore televisivo, di quelli che lasciano una traccia indelebile nella mente e nell’anima. La strada che è riuscito a percorrere Hannibal nella sua mitologia e nel cuore del suo piccolo ma dedicatissimo fandom in trentanove episodi è inenarrabile, tanto che a voltarsi indietro viene quasi un capogiro. Se il season finale della seconda stagione, Mizumono, non è sbiadito di una tonalità a distanza di un anno e rimane l’episodio cardine della serie, il più bello, solo ripensare a Will incarcerato o ai casi della settimana pare di ricordare un’altra era.
Giovedì sera è andato in onda in Canada The Wrath of the Lamb, il season finale della terza stagione che per annosi problemi di ascolti, per l’addio di NBC e per l’indifferenza di canali vecchi e nuovi in un’ipotetica acquisizione si attesta concretamente anche come season finale.
Si merita un ricordo qui, mentre tento di levarmelo dalla mente e spero di parlarne con qualche altro fannibal nei commenti. #HannibalMicDrop & #YouOweMeAwe.

EDIT- ho dovuto sistemare un po’ di cose perché è spuntato un bacio, UN BACIO gente.

Ovviamente, occhio alle gif, agli SPOILER e ai violenti attacchi di FEELS.

Il season finale si occupa innanzitutto di riordinare le carte in tavola prima di chiudere la pratica Red Dragon, aka Richard Armitage, ovvero un’importante tassello del canone letterario che è stato assoluto protagonista della seconda parte di stagione.
Nonostante Richard Armitage abbia reso quest’ennesima rielaborazione del Drago interessante (e non solo sul piano delle possibilità fangirlistiche, dati i suoi recenti trascorsi come Thorin ne Lo Hobbit) devo dire che nonostante lui e Reba mi piacessero, non mi hanno mai veramente conquistato. Un po’ perché questa terza stagione subisce un’enorme accelerazione nel comprimere all’interno due enormi archi narrativi che avrebbero ben meritato una ventina di episodi ciascuno, un po’ perché come fai a conquistare la mia attenzione quando si sta scatenando ufficialmente il canon?
Prego la regia di mandare la prima gif.

love defi

Hai voglia a far girare Richard Armitage in slippino nero. Potresti anche farlo sculettare vezzosamente, ma di fronte alla realizzazione esplicita dell’amato, povero Will di ciò che Hannibal prova per lui e alla distruzione a livello neuronale che ciò comporta, cosa rimane? IL CANONE, signori e signori, perché come ha dichiarato Fuller stesso a Variety questa serie è la sua rilettura, la sua fanfiction dei personaggi creati da Ed Harris. Forse il fatto che a questo punto fosse già più che chiaro che la serie era spacciata, forse per un modello produttivo che lascia più spazio di manovra in fase di scrittura, Bryan Fuller ha afferrato la possibilità inedita di fare davvero ciò che voleva, senza allusioni o delicate metafore.
Il suo Hannibal è quindi diventato il mostro oltre il prequel all’arco più famoso, la traccia umana svelata dal legame sempre più pericoloso ma sempre più indispensabile con l’estremo opposto della gamma, l’empatico Will. Così empatico che nonostante gli inequivocabili segnali lanciati da Hannibal e le per nulla velate frecciate di Bedelia, ci ha messo soltanto trentotto episodi a trasformare l’autodistruttivo desiderio inconscio in una nozione conscia, in quella che è forse la miglior fanfiction di sempre.

love2
In questo senso è stato essenziale per Will, la ship e la terza stagione l’apporto di Bedelia. Un personaggio a cui si voleva bene a prescindere, perché è Gillian Anderson ragazzi, ma che nella parentesi italiana tartufara e ancor di più nelle sedute con Will ha acquisito una potenza espressiva, una complessità oltre il solito raffinato personaggio di Hannibal che mi ha portato a tenere a lei e a volerla in scena tanto quanto i momenti Hannigram.

w6

o forse perché ha strappato l’assenso di Will

“You righteous, reckless, twitchy little man. You might as well cut all of our throats and be done with it.”

I suoi confronti a fil di spada con Will sono momenti preziosi, e non solo perché ci hanno portato alla gif di cui sopra. Bedelia è l’unico personaggio uscito indenne da Mizumono, al fianco di Hannibal, forse la prima a riconoscerne davvero la pericolosità, eppure al contempo gioca il mortale confronto con lui perché è una delle mogli di Barbablù. A differenza di Will condivide con Hannibal una predisposizione alla crudeltà ma a differenza di Hannibal è perfettamente in grado di reprimerla per sopravvivere nella rete sociale, eppure non si sottrae alla sua compagnia.

La tragedia di Bedelia sta tutta nell’essere oggetto d’interesse di Hannibal ma mai membro della famiglia, mai oggetto di compassione, così come Will. Se non ha affrontato i dolorosi contatti con Hannibal, se non porta le cicatrici di quella comunione che a Will è costata per tre volte quasi la vita, vuole anche dire che non può sperare davvero di salvarsi quando “meats back on the menu”.
Il suo cuore è in comunione con Hannibal, la sua profonda comprensione del mostro l’ha salvata ma la riempie di odio verso Will, che nella sua ingenuità non ha ancora compreso appieno quel dono tradito alla fine della seconda stagione, quella compassione sconveniente che Hannibal mai proverà per lei. Il rapporto tra Will e Bedelia è così ambivalente, tra reciproche gelosie e stoccate di mogli di un’enigma, che ha davvero alzato il livello della presenza di Gillian e del suo personaggio.

bedelia
Ma poi c’è davvero così tanta differenza tra Will e Bedelia, sua signora dei colpi di scena dopo i titoli di coda? Lei che con disprezzo sbeffeggiava Will per la sua incapacità di stare lontano da Hannibal dopo essersi rifatto una vita arriva a imbandire la tavola con la propria gamba per il fuggitivo, in attesa e nella speranza che arrivi, riservando un posto anche per il rivale e il confidente, l’unico davvero in grado di comprendere la sua posizione.
EDIT- No, avevo travisato di brutto, ma a quanto pare abbiamo proprio tutti interpretato quella scena così, a parte Fuller, che forse avrebbe dovuto tener conto che saremmo stati devastati emotivamente da quanto avvenuto prima.
Bedelia in un close up del suo piatto prendere una posata da carne e la nasconde sotto il tovagliolo, quindi l’espressione facciale è veramente solo terrorizzata. Quindi le cose sono due: o dovremmo capire che Hannibal e Will sono già tornati, sono vivi e si stanno per mangiare la gamba di Bedelia come dei veri Murder Husbands, oppure, come non nega lo stesso Fuller, misteriosi individui del canone di Harris hanno preso di mira Bedelia. Data la mia ignoranza assoluta in tema, attendo vostre supposizioni.

Nota fashionista: Gillian Anderson in quel vestito citazione del film del 2001 è stupenda.

When life becomes maddingly polite, think of me.

Uno dei passaggi più belli dell’episodio e della stagione. L’arresto di Hannibal e il suo progressivo disvelamento della sua natura di cannibale ha posto fine per sempre al distinto psichiatra le cui allusioni erano rivolte solo a noi oltre lo schermo. Nel diventare più schietto e nel smettere di nascondersi, Hannibal si mostra ora più umano, meno enigmatico nei suoi scopi, ora più brutale.
Quale lode si può fare a Mads Mikkelsen che non gli sia già stata rivolta? Ha preso un’icona, ne ha mantenuto intatto fascino e spirito ma l’ha resa irrevocabilmente propria nella versione da lui interpretata. Il suo Hannibal ha poi conosciuto un’evoluzione mastodontica a cui lui ha saputo donare tutte le sfumature necessarie. Nelle prime due stagioni era in netto vantaggio nel manovrare un Will ignaro della sua natura e delle proprie pulsioni, qui chiude una stagione in cui il suo bisogno di Will lo ha portato vicino come mai prima di oggi all’empatia. Dietro l’intelligenza e la pungente ironia della sua raccomandazione c’è il bisogno. FEELS ragazzi, abbiamo già un sacco di FEEL a riguardo.

maddening
Finora era stato dietro il tavolo o si era mosso in schemi deliberatamente artefatti all’interno della sua prigione. Qui il bisogno è troppo, e si avvicina, involontariamente, per porre la cosa più simile a una richiesta che abbia mai fatto.
think2
Non è solo la compassione, è il bisogno di essere nella vita di Will, fisicamente o oniricamente, nel palazzo mentale o nella medesima stanza, ad averlo cambiato, in attesa dell’avvento finale dell’Agnello, della decisione di Will.
think1
Per quanto Will possa mollare il microfono, per quanto ora abbia la consapevolezza necessaria per sapere come persuadere Hannibal a intraprendere il passo che mai avrebbe fatto, consegnandosi alla polizia, non è di certo in grado di rimanere indifferente alla fascinazione che Hannibal esercita su di lui, nemmeno e soprattutto ora che sa quanto sia unica la sua posizione.
think3
Perché come altro si potrebbe definire la capacità di spingere una persona del genere ad assolverti anche dal compito di preoccuparsi per te, soprattutto quando sei un empatico innamorato?

MANINAAAAAAA!

MANINAAAAAAA!

E nonostante sia questo il momento in cui Will va più vicino di sempre ad aver fregato Hannibal, ad avercelo il pugno, a raggiungere l’obiettivo iniziale della serie, è anche il momento in cui cede al irresistibile tentazione di toccare, anche se solo un vetro, scatenando in ogni brava fangirl una reazione isterica in quanto LA MANINA sul vetro ricorda tanti trascorsi da sospirone di serie lievemente meno gay (e guarda caso lì il titolo era The Wrath of Khan).

L’irritazione successiva di Hannibal è dovuta alla consapevolezza di essere stato prevedibile per la prima volta o per il fatto che forse forse Will non è poi così dipendente da lui? Ma ovviamente la seconda!
w10
Domanda che nemmeno in seconda media, con un ciglio tra lo sguardo assassino, l’interrogatorio e la follia amorosa.
w12
Che poi è un po’ l’ossessione di tutto il cast e di tutto il fandom. Allora Will, è stato bello tornare a spasimare per Hannibal nonostante quel piccolo incidente in cui ha tentato di asportati il cervello da vivo? LO AMI?
w11
Per fortuna nostra e di Hannibal e dei destini dello Hannigram, anche sull’orlo dell’incazzatura e della vittoria…
w14
Will è il peggior bugiardo a memoria d’uomo e spande tutto i suoi sentimenti empatici in una sillaba che suona più o meno come non so nemmeno da dove cominciare a tornare a vivere senza di te che tenti di farmi del male fisico che somiglia molto ad un amplesso, Hannibal.
E ovviamente noi spettatori abbiamo avuto una reazione similarmente pacata.
reaction

E quindi Will se ne torna bel bello dalla sua moglie guanciotta molto pragmatica e pratica e incredibilmente capace di scamparla a differenza di chiunque sia entrato in contatto con lui? Ovviamente no, ovviamente Red Dragon è ancora là fuori e il cuoricino di Will batte ancora fortissimo per Hannibal (e viceversa).

ough
Peccato davvero. Altro che una scena, io vorrei un’intero spin off sulla moglie guanciotta che ci riveli come Will l’ha resa la nuova moglie di James McAvoy (per i non iniziati, il classico personaggio che nelle fanfiction accetta di buon grado che il marito vada a spassarsela con l’amato dello stesso sesso) rivelandole enough del suo rapporto con Hannibal. Ma quindi una conversazione tipo “parlando di ex cara io ho avuto questa storiaccia con un tipo che aveva la fissazione per il cannibalismo e per me. Ah, al momento è in prigione, ma è ancora ossessionato da me e appena riesce ad evadere probabilmente verrà qui ad ucciderti e io starò impalato a fare faccette in attesa che faccia qualcosa di ancora più terribile a me perché sono profondamente affascinato da lui e del tutto incapace di resistergli…sai, le solite storiacce di quando ha trent’anni“.

You righteous, reckless, twitchy little man. You might as well cut all of our throats and be done with it.

Sarà anche la gelosia a parlare, ma è difficile dare torto a Bedelia, soprattutto se vai lì a dirle che stai per liberare Hannibal con la mega scusa di uccidere Red Dragon, anche se le finirà probabilmente per venire mangiata.
Altro spuntino un filo preoccupato è Alana Bloom, dato che si è pure comportata da rude tremenda con Hannibal (dal punto di vista di Hannibal, ovviamente), senza contare il fatto che c’è quel piccolo precedente in cui ha dato la sua vita in cambio di quella di Will. Alla fine è questo l’effetto assolutizzante di Hannibal su Will, che normalmente avrebbe intuito facilmente quanto accaduto, ma qui è completamente rapito dalla speranza di riuscire a liberare Hannibal, anche se in concreto non è in grado di stargli accanto (o di rimanere vivo nel farlo), pur desiderandolo.
Forse è proprio con Alana che Hannibal raggiunge il massimo grado di sincerità e che torna ad esprimere la sua crudeltà disumana in piena potenza:

Every moment since is borrowed. Your wife, your child, they belong to me. You made a bargain for Will’s life and I spun you gold.

alana

BITCH PLEASE.

Al che lei non gli risponde nemmeno “uè bello, non è che adesso ho bisogno del tuo permesso per sopravvivere e se non sono morta sul pavimento della tua cucina vuol dire che, ciccetto, hai fatto cilecca“.

w18

Devo dire che da quando ha avuto la svolta lesbico cavallerizza, Alana è passata dall’essere il centro focale del mio odio imperituro (quantomeno per quelle tremende scene erotiche con Hannibal) ad essere una delle poche che spero vivamente la metta in quel posto al cannibale. Era ora che qualcuno si permettesse di non servigli la sua morte su un piatto d’argento (vero Bedelia?). La troncatura della serie ha poi permesso alle Verger e al loro bimbo di farla franca. Un vero peccato mortale (letteralmente) non poterne saperne di più, anche perché Fuller si è detto bel felice di esplorare il rapporto di coppia (come sono stupita a riguardo, not!) e la loro volontà di trasformare la rete economica dei Verger in un progetto non più disumano. Poi hanno uno splendido bimbo che si porta appresso un peluche foreshadow a forma di agnello, che adorabile!

lieto fine!

lieto fine!

Chiusa la parentesi diversamente omosessuale, torniamo su Hannigram, il vero protagonista del finalone. Ancora irritatissimo per la stoccata finale di Will, Hannibal esige che venga di persona a chiedergli di aiutarlo a trovare il Drago e che chieda per piacere.
will quindi
E questo please proprio lo esige, non ci sono santi che tengano.
will please
Salvo poi sciogliersi d’Ammmmore in maniera piuttosto comprensibile quando Will lo chiama per nome e lo prega con quel faccino coccoloso qui sopra.
Lo sguardo d’ammmmmore seguente che nessuno ha ancora giffato, che vergogna!!
Ovviamente nessuno si aspetta che il piano del FBI e dei super servizi segreti non si rilevi che una fregnaccia in cui un bel po’ di agenti ci rimettano la pelle. Ma ad Hannibal che glie frega, se può tornare ad essere uccel di bosco?
Hanniba aria aperta gif

Soprattutto se poi può portarsi Will in uno dei suoi rifugi d’ammmore, quello dove aveva condotto l’adorata Abigail, che ovviamente si rivela essere una mega casa di lusso affacciata sull’Atlantico via una ripida scogliera in lenta erosione, così come i minuti della puntata.

Will, Hannibal, lontani dal mondo, insieme.
happiness

Che fosse questo il vero scopo di Will quando ha ideato questo piano, per far fuggire Hannibal?

lo sapevo!

lo sapevo!

Will guarda intensamente Hannibal negli occhi e mentre le loro labbra si avvicinano, la camera si allontana lentamente, fatalmente. Fine.
finale
Ovviamente no, si è mai visto un season finale in cui Will Graham non debba quasi morire di dolore fisico mentre affronta la sua dipendenza da Hannibal? Giammai!

E così mentre Hannibal stappa un vinello dei suoi e Will gli confessa che vuole uccidere il Red Dragon sì, ma non si illude di uscirne vivo e non lo desidera necessariamente, sappiamo che quei dieci minuti finali saranno fangirlistici tanto quanto dolorosi. La solita coltellata al cuore fulleriana.
fi
Ovviamente. E dato che Hannibal e Will non si stanno scannando a vicenda…

will sensing
Arriva Red Dragon a tentare di copparli entrambi per le sue menate della trasformazione e del drago e i filmini delle vacanze e blablabla e hai sparato ad Hannibal proprio quando stava per cominciare la serata romantica che lo avrebbe condotto a limonare Will! NON POTRAI MAI ESSERE PERDONATO.

Hai scatenato l’ira dell’agnello Will!
w8
Purtroppo essendo un Agnello Will non è esattamente un campione dell’uccisione, anzi, pare che per uccidere qualcuno gli sia necessario venire penetrato da un oggetto accuminato (che stavate pensando, maliziosi!) più e più volte perdendo copiosamente sangue e facendo faccette sofferenti.

E qui bisogna fare un doveroso inchino a Hugh Dancy. Nonostante qualche perplessità iniziale si è rivelato un compagno all’altezza di Mads Mikkelsen e ci ha regalato un Graham memorabile e soprattutto dall’alchimia stellare con Hannibal.
Detto questo se io già mi sciolgo quando sfoggia il cappottino consunto un paio di occhiali del tutto inutili che lo rendono così bibliotecario, ma ok, è un problema mio…
will occhiali
sfido chiunque a negare che quando viene torturato, sventrato, dissanguato e se ne sta lì distrutto dal dolore, tremante e disfatto, con quell’espressione a metà tra l’estasi mistica di Santa Teresa e San Sebastiano martirizzato (nota icona gay dalla notte dei tempi), emana un erotismo indicibile. Spaventoso. Finalmente ho compreso davvero la fascinazione del giovane Mishima per le stampe di San Sebastiano in “Confessioni di una Maschera”. Quando penserò a San Sebastiano d’ora in avanti avrà sempre il volto stravolto ed estatico di Hugh Dancy.

Una nota doverosa e stavolta seria: il combattimento al rallenti contro Red Dragon è un capolavoro di produzione. Non perché sia particolarmente realizzato meglio rispetto a una serie che ha stabilito un livello maniacale di preparazione e messa in scena, ma perché non si notano stacchi. In realtà erano letteralmente senza soldi quando sono arrivati al dunque e la scena ha dovuto innanzitutto essere molto ridimensionata e poi sistemata in post produzione con del girato antecedente, sperando di avere abbastanza materiale per metterci una pezza.

Nota estremamente fangirlistica che spero di non essermi pensata solo io: Richard Armitage è solo soletto fuori dalla casa a spiare Will e Hannibal e poi decide di attaccarli, un po’ perché anche loro sono la famigliola amorosa perfetta che ha tentato di “cambiare” in precedenza, giusto?
muerde no scritta

Ora che Will sta per morire completamente coperto di sangue ci siamo, è davvero un season finale di Bryan Fuller.
rich bryan
Cosa ci avrà riservato nei suoi ultimi cinque minuti finali di fanfiction extra lusso? Cinque minuti per dire addio al canon più spettacolare da tanti anni a questa parte, dicendo fine in maniera netta ma lasciando la porta aperta al possibile miracolo.

Che si fa?
ww3

Beh si piazza un cliffhanger. Letteralmente. Ispirato pare a un’altra saga decisamente eterosessuale: Sherlock che si getta con Moriarty dalla cascata nel canone doyliano. Un dirupo da cui i nostri si buttano e che viene inquadrato, vuoto a parte le onde, in chiusura, mentre una rediviva Siouxsie Sioux canta la canzone bondiana che non le hanno mai permesso di cantare (e voglio proprio vedere a novembre se SPECTRE avrà un’opening all’altezza), un inedito intitolato Love Crime che Fuller stesso le ha chiesto di scrivere.
Tendenzialmente qualsiasi canzone venga descritta come bondiana riceve la mia adorazione, ma ditemi se non è la migliore chiusa possibile, decadente, vellutata, estetizzante e intensa quanto la serie che va sfumare?

Per il gran finale mi sono tenuta IL MOMENTO. Quello che ti strappa sospiri, lacrime e il cuore, perché essendo un addio DEVE FAR MALE. Quindi ripercorriamo il nostro dolore, giriamo il dito nella piaga riassistendo, gif dopo gif, all’ennesimo amplesso metaforico della nostra vita, dopo i meravigliosi esempi dell’altro Bryan, Singer, con i suoi Magneto e Xavier amorosi.

w3
…ma non osate giudicarmi.

Pare che mentre la vita lascia lentamente il tuo corpo a pochi minuti dall’inevitabile morte per dissanguamento, anche la residua eterosessualità si dissolva. Will per esempio va dritto dritto alle ricchionate più romantiche della serie, constatando stupito che il sangue alla luce della luna sembra davvero nerastro. Soffrendo spesso di epistassi è probabile che i miei vicini mi vedano prima o poi sul balcone intenta a confutare o validificare questa affermazione.

bad

Mentre rantola, Will allunga il braccio e viene rimesso in piedi da Hannibal, che ovviamente è conciatino pure lui, ma finalmente ha il suo Will accanto dopo una sessione particolarmente estenuante ma liberatoria di caccia, come Abigail e suo padre, il suo Will serial killer al suo fianco, così disfatto ed estasiato da cercare apertamente il suo conforto. TACHICARDIA.

ww
No scusate, una gif non basta per assaporare questo trionfo di angst inimmaginabile tre anni fa. La mano di Will, la mano di Hannibal, l’espressione, la composizione, il cielo cupo alle spalle.
wwwwwww
Mentre già sommersa dai FEELS senti i lucciconi premere per uscire fuori…
wwwe
si scatena la scena più ricchiona mai vista, la versione teatrale post moderna di un amplesso.
La scusa veramente infamante è che entrambi stanno ansimando copiosamente in quanto morenti, ma anche all’unisono, mentre si abbracciano e si guardano negli occhi. Quando pensi che non si potrebbe osare niente di più Will tira fuori quella sua faccina estatica, guarda Hannibal e sussurra “it’s beautiful”.
feels
non esiste gif in grado di ritrarre il cortocircuito emotivo che questa attenta e biechissima messa in scena provoca nella spettatrice proprietaria di un account tumblr. ASFISSIA, TACHICARDIA, SVENIMENTO.
feels2
DEVASTAZIONE. DOLORE FISICO.
w7
IMPOSSIBILITA’ DI SUPERARE IL TRAUMA.

e non è nemmeno finita, dato che Hannibal gli risponde suadente che era quello che aveva sempre desiderato per loro, mentre Will si abbandona al suo abbraccio.
ww6
Più lentamente…deve fare ancora più male.
w1
Forse in bianco e nero sarà meno devastante.
lovebn
No.

Questo è il momento giusto per rinfacciare allo scettico di Hugh Dancy certe affermazioni di qualche comicon fa:
rich2
No Hugh tranquillo, siamo noi delle pazze scatenate.
will
Nooo, as-so-lu-ta-men-te.
rich
Platonicissimo. Mads, come il tuo personaggio tu avevi già capito tutto! TUTTO!

ww3
Come interpretare il salto dalla scogliera? Beh, è evidente che è Will, come Sherlock, a spingersi nel dirupo, portando con sé Hannibal.
Alla luce di quanto detto prima e di quanto giffato sopra qui l’eliminazione dell’arcinemico si va a fondere nell’unico modo possibile per entrambi di stare assieme.

E dopo aver riletto questa frase credo di aver bisogno di una shock blanket.
coperta
e me ne starò qui, a fissare il vuoto e le implicazioni di quel salto, per ore.
will divano
intervallando lo shock con punte di acuto dolore fisico quando torna alla mente l’eterna domanda:
24
e rimarrò due giorni in questo stato di acuta disperazione…
finale will
finché mi balenerà nella mente il pensiero che un bel recap gif incluse potrebbe essere l’esperienza catartica di cui ho bisogno.
Ovvero il post che state leggendo.

Arrivederci Hannibal.

w5
SEMPRE.

EDIT- Voi spiegatemi come è possibile reaggiungere la catarsi e tornare alla normalità quando succede che il simpaticissimo Bryan Fuller in un’intervista molla questa affermazione per cui io non ho parole e gif:

Mads and Hugh, there were a lot of takes where they got very intimate, and lips were hovering over lips. I definitely had the footage to go there, because Mads and Hugh were so game. They called me and warned me: “We really went for it!” And then I saw the dailies, I thought there was a fine line from that #Hannigraham fan fiction motive to give the hardcore audience exactly what they want in terms of this actually being a homosexual relationship between these two men, and what is authentic for the characters in that final moment. I mean, it’s not “Brokeback Mountain.”

La fonte è QUI e ovviamente il grassettato è mio.
Cioè, nei dailies si baciavano. Si baciavano. Si Baciavano. Si Baciavano. Si Baciavano. Si Baciavano. Si Baciavano. Si Baciavano. Si Baciavano. Si Baciavano. Si Baciavano. Si Baciavano. Si Baciavano. Si Baciavano. Si Baciavano. BACIO. LABBRA. KISS. CIU.

love1
Il momento in cui realizzi veramente cosa significa tutto questo.

Forse sembrerò meno una pazza furiosa se spiego il contesto: è più o meno dalla puntata 2×06 che il mio primo commento a ogni episodio è “Beh, ok, bello, però non limonano.” Capite che sapere che il limone sia poi effettivamente partito perché i due attori protagonisti erano così presi scatena una serie di fanfiction IRL nella mia testa non trascurabile e un desiderio folle di vedere questo girato scartato. Ah, comunque io Brokeback Mountain me lo ricordo con un area virile di fondo che Hannibal non ha mai avuto, manco nel primo trailer, Bryan.

Altro particolare che mi ha seriamente destabilizzato: quel propizio e molto metaforico it’s beautiful è farina del sacco del signor Hugh “è una relazione platonica” Dancy. Quello che alle convention fa tutto il posato e il distaccato e poi quando è sul set corrobora il parallelo con un amplesso con la perfetta esclamazione da post e a cui viene naturale take dopo take limonare con Mads Mikkelsen. O forse è che davvero Tumblr scava nelle menti. Persino in quelle degli attori seri e composti. Mads Mikkelsen in questo novero ovviamente non è mai entrato.

w13

Fine. Per ora. 

Annunci