Tag

,

8

LIST8Nell’anno dei blockbuster fantascientifici, a mancare è stata un po’ la fantascienza cinematografica che più mi piace: quella piccola, proveniente da paesi cinematograficamente marginali, sempre provocatoria, innovativa, spesso cupa e cattivissima. Per fortuna i nostri fisiologici ritardi ci hanno procurato almeno un film di questo tipo, Ex Machina. Un film freddo e formale come le sue scenografie e la sua cornice scientifica, che si infiamma grazie alle perfomance di tre attori che da qui hanno intrapreso la scalata da Hollywood. Due terzi sono poi finiti nella versione hollywoodiana con i droni pucciosi e rassicuranti, ma noi preferiamo ricordarceli così, in ruoli in grado di evidenziarne la bravura fuori scala, vedi in particolare Oscar Isaacs. [RECE]

Se ti è piaciuto: Se proprio dobbiamo essere rassicurati, preferisco farlo nel tanto vituperato mondo di Tomorrowland, che prima e più di altri ha saputo cogliere il bisogno di tornare a un certo cinema per ragazzi, onesto, spensierato ma capace di parlare con grande semplicità delle cose più importanti, senza dimenticare una visione retrofuturistica di rara bellezza.