Recensionando / Ben-Hur

Tag

, , , , , ,

benhurposterOra che è cominciata l’estate di San Martino cinematografica italiana vedrete che, tempo un paio di mesi e vedremo tutti i blockbuster estivi statunitensi (salvo il GGG, ad oggi previsto per Capodanno). Certo che, visto il bagno di sangue che è stata quest’estate per il cinema americano, stavolta non c’è nemmeno troppo da sentirsi esclusi o terzo mondisti.
Qualcuno di voi per caso aspettava smaniando il remake di Ben-Hur, l’epico e mastodontico peplum del 1959 con Charlton Heston, un lungometraggio che è letteralmente un kolossal per ambiziosi mezzi produttivi? Probabilmente no.
Persino io, cresciuta nel mito del film grazie ai racconti di adulti che ricordano ancor oggi con emozione quando andarono a vederlo al cinema, mi sono presentata alla proiezione stampa con la stessa disposizione d’animo d’Isacco che sale sull’altare. Invece a fine visione poca noia e quasi mai schifo, solo tanta, tantissima irritazione.  Continua a leggere

Recensionando / One More Time with Feeling

Tag

, , , , , , , , ,

nickcaveTra i film da salvare più citati dai disfattisti che nemmeno quest’anno sono riusciti a trovare consolazione nel ricco programma di Venezia 73, compariva molto spesso One More Time With Feeling, il documentario omaggio a Nick Cave e alla sua band, i The Bad Seeds.
Oggi è l’ultima giornata disponibile per vedere al cinema questo lungometraggio, presentato da Nexo Digital con ammirevole celerità, in una due giorni evento speciale.
A sentire tante opinioni provenienti da Venezia, questo documentario sarebbe una sintesi stilista così impeccabile da riuscire, al pari di Amy (il racconto della vita della Winehouse che l’anno passato a Cannes riscosse grande successo) a diventare un oggetto cinematografico importante a prescindere dal proprio interesse verso il profeta australiano dell’arte e della musica.
Continua a leggere

Recensionando / The Fifth Season di N. K. Jemisin

Tag

, , , , , , ,

thefifthseason_jemisinIl premio Hugo 2016 è un romanzo il cui punto forte non sta certo nell’innovazione. Primo tomo di 500 pagine di un trilogia di stampo epic fantasy ma dai toni apocalittici, The Fifth Season rientra appieno nel trend ormai decennale che domina il mercato e le classifiche di vendita del lettera forte dell’acronimo SFF, la F di Fantasy.
Alle volte però a fare la differenza nella fuga per la vittoria è il fattore umano, anche se in passato a N.K. Jemisin era pesato come un macigno. Osteggiata in quanto donna, afroamericana e blogger di stampo politico e per aver denunciato apertamente le istanze razziste di Vox Day (che le diede della educated but ignorant savage), il nuovo ciclo della Jemisin ha avuto la forza di sbaragliare la concorrenza del lanciatissimo Uprooted, nonostante l’ala conservatrice più estrema di scrittori e lettori di genere non abbiano certo dimenticato il suo discorso e non ne abbiano certo favorito la nomination.

Continua a leggere

Recensionando / Frantz

Tag

, , , , , , , , , ,

frantzSgravato dal peso di dover tirar fuori il suo miglior film di sempre con Nella Casa ma forse un po’ indeciso sul da farsi con Giovane e Bella e Una Nuova Amica, François Ozon si rifugia nel suo genere d’elezione – il melodramma – e finisce per essere il bello e trascurato di Venezia 73.
Lo fa con una maturità narrativa ed estetica frutto dei tanti film, riusciti o meno, che si è messo alle spalle, ma anche di una storia che maneggia e manovra alla perfezione, così come le aspettative del suo pubblico.
Frantz è insomma la prova che a differenza di altri registi innamorati della sensualità e dell’ambiguità (cfr. il nostro Ozpetek), François Ozon è capace di guizzare da un genere all’altro, reinventandosi senza diventare schiavo delle proprie ossessioni o delle aspettative del suo pubblico, che anzi sfrutta a suo favore. Quando però torna nei territori del melodramma, riesce a tirar fuori cose davvero magnifiche.
Continua a leggere

Recensionando / I Magnifici 7

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , ,

magnifici1Certo che per essere un film che viene sbandierato (e si sbandiera) come un remake moderno e contemporaneo di un classico basato a sua volta su un acclamatissimo capolavoro, I Magnifici 7 è sorprendentemente conservativo e tradizionale.
Se c’è stata un’estate cinematografica capace di cambiare la prospettiva dello spettatore sul bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto, è proprio quella appena trascorsa, che fa sembrare l’impresa senza infamia e senza lode di Antoine Fuqua pienamente in territorio positivo, per come appunto sfanga errori o difetti macroscopici.
Certo il pensiero del regista di Training Days e Southpaw al comando di un’onesta operazione western e commerciale come questa non ti carica della stessa aspettativa di quando i pistolieri dietro le pistole li mettono Tarantino o i Coen, ma esageravo io ad aspettarmi un risultato più sbavato ma meno convenzionale?
Continua a leggere

Recensionando / Demolition: Amare e Vivere

Tag

, , , , , , , , , , ,

demolitionCalano le temperature, la manica lunga la sera tardi diventa desiderabile e farsi una tazza di tè caldo possibile senza rischiare uno shock termico. Finisce la stagione dei blockbuster estivi, cadono le prime foglie e, a dare il segnale cinematografico dell’inizio della stagione autunnale dei premi, arriva il film di Jake Gyllenhaal. Sapete no, quello che vediamo ogni singolo anno puntuale come un orologio. Quel film non molto oltre l’indie che avrebbe come unico scopo quello di ricordare all’Academy che portento di attore Gyllenhaal sia (attore, non star) e che dovrebbe essere completamente al suo servizio. Solo che il caro Jake non si chiama Leonardo e non ha uno Scorsese o chi per esso a tagliargli su misura addosso un ruolo che sia attentamente calibrato ad esaltarne le caratteristiche evitando di farlo sembrare sopra le righe e si ritrova puntualmente a prendersi sulle spalle ogni volta il film e a fare il miracolo, tenendolo in piedi con la sua pura forza di volontà. Quest’anno tocca a Demolition.
Continua a leggere

Recensionando / Alla Ricerca di Dory

Tag

, , , , ,

nemo5Potrebbe essere che quando vedi più di 250 film l’anno comincia a generalizzare più del necessario o potrebbe essere che magari ho ragione, ma da quando Disney ha fatto asso piglia tutto e si è inglobata Marvel, Pixar e Lucas Film, in queste 3 importanti e diversissime sezioni di cinema popolare statunitensi è emerso un pattern comune, uno schema d’azione sottinteso a tante uscite.
Perché sì, a prima vista e sin dal suo titolo, Alla Ricerca di Dory potrebbe sembrare una storia di sequel andata a lieto fine, a differenza di predecessori scomodi e che tutti vorremmo dimenticare tipo Cars 2. Zitta zitta la pesciolina blu e gialla si è mangiata gran parte dei blockbuster estivi concorrenti, incassando molto bene e ottenendo il plauso della critica, caso più unico che raro nell’estate 2016.
Rispetto ai tentativi di capitalizzare le proprie geniali idee del recente passato Pixar qui c’è un elemento nuovo: il senso di sicurezza derivato dalla ripetizione di uno schema.
Continua a leggere

Specialando / Tutti i film di Venezia 73 #4

Tag

, , , , , , , , , ,

Venezia 73: tutti i film in concorso e gli eventi più attesi fuori concorso del 9 e 10 settembre 2016.

monica_kusturica

Son tutte presentazioni complete di locandine, trailer e pregiudizi, ma nessuna recensione, perché non sono al Lido ma in vacanza. La me stessa del passato però non è riuscita proprio ad esimersi dallo specialone, che ha scritto per tempo. Buona lettura!

Continua a leggere

Specialando / Tutti i film di Venezia 73 #3

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , ,

Venezia 73: tutti i film in concorso e gli eventi più attesi fuori concorso del 6,7,8 settembre 2016.

jackie3

Son tutte presentazioni complete di locandine, trailer e pregiudizi, ma nessuna recensione, perché non sono al Lido ma in vacanza. La me stessa del passato però non è riuscita proprio ad esimersi dallo specialone, che ha scritto per tempo. Buona lettura!

Continua a leggere

Specialando / Tutti i film di Venezia 73 #2

Tag

, , , , , , , , , , , ,

Venezia 73: tutti i film in concorso e gli eventi più attesi fuori concorso del 3, 4 e 5 settembre 2016.

TYP

Son tutte presentazioni complete di locandine, trailer e pregiudizi, ma nessuna recensione, perché non sono al Lido ma in vacanza. La me stessa del passato però non è riuscita proprio ad esimersi dallo specialone, che ha scritto per tempo. Buona lettura!

Continua a leggere